Tendenze calzature estate 2016: non chiamatele pantofole

Uscire di casa in pantofole è un incubo che tutte noi abbiamo fatto almeno una volta nella nostra vita. Come cantava Cenerentola “I sogni son desideri” e spesso si avverano proprio quelli che non vorremmo, anche quello di trovarci per strada in pantofole. Le nostre giornate sono scandite da ritmi sempre più serrati e per fortuna la moda ha deciso di aiutarci. Le calzature dell’estate 2016 sono comode ma guai a chiamarle pantofole anche se ne hanno preso la forma in tutto e per tutto.

La moda è una questione matematica, sulle passerelle era stato proposto in pigiama in versione deluxe e le storiche firme non hanno perso tempo, la pantofola couture ormai è giù un must ma scopriamo insieme quali sono i modelli più trendy che ogni fashion victim che si rispetti deve avere nell’armadio.

Pantofole estate 2016: Gucci
Pantofole estate 2016: Gucci

Iniziamo con Alexander Wang che ha chiamato il modello di punta delle sue pantofole “Amelia”. Il nome ricorda molto le nonne ma la pelle di vitello intrecciata e le borchie di decoro danno alle calzature il giusto tocco aggressivo. Per le più tenere invece ci sono le Aspen Mongolia di Avec Modération nella tonalità del rosa pastello realizzata a mano in Italia. Le pantofole che vendete in alto invece sono di Gucci, le Slipper Princetown in stile rinascimentale con l’iconico morsetto sono ideali per chi è costretta a stare in ufficio anche con il caldo di agosto. Marni invece ha preferito rispolverare le classiche frange sulla tomaia, mentre Frances Valentine punta ad un pubblico decisamente giovane con le Chic Babouche Pauline che hanno un effetto lamè spesso sottovalutato ma di grande tendenza in estate. E poi c’è Balenciaga che ha scelto gli artigiani italiani e il pizzo per le pantofole dal prezzo inaccessibile e considerate un vero e proprio pezzo da collezione.

Le pantofole estive hanno fatto storcere il naso a più di qualcuno perché sono flat e aperte dietro, però i nostri piedi sono finalmente liberi e non siamo costrette ad applicare i cerotti sulle vesciche. Ovviamente con le pantofole occhio ai talloni che devono essere lisci e perfetti!

Pantofole estate 2016: Gucci
Pantofole estate 2016: Gucci

Pantofole come calzature: un po’ di storia

Prima di lasciarvi abbiamo deciso di fare un salto indietro nella storia perché le pantofole couture non sono un’invenzione degli stilisti. Nell’antica Roma si indossavano le soccus che erano molto ricche, il clero inglese le ha adottate sino al X secolo con inserti di broccato e velluto. Pare che la Regina Maria Antonietta ne avesse addirittura 500 paia. Carrie sarebbe diventata pallida davanti alla sua scarpiera. Tuttavia la moda delle pantofole ha raggiunto il momento più alto nella Belle Epoque, quando le gambe delle donne e le caviglie attiravano tutti gli sguardi. In Oriente le ciabatte sono ancora molto diffuse, tra i modelli di tendenza infatti ve ne sono molti di ispirazione marocchina. E non dimentichiamo che le pantofole piacciono anche agli uomini, uno dei sostenitori della calzatura da camera è Lapo Elkann, il rampollo della famiglia Agnelli noto per i suoi eccessi modaioli. A noi di 365moda l’uomo in pantofola piace, meno l’uomo pantofolaio, ma questa è un’altra storia. E voi care amiche di che pantofola siete? Fatecelo sapere nei commenti.

La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo. [Coco Chanel]

Flavia

La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo, nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo. [Coco Chanel]

Che ne pensi? Scrivi la tua opinione